Todo sobre Italia

Inicio | Experiencias | In quanto tempo si impara una lingua per bene?

In quanto tempo si impara una lingua per bene?

Racconto personale di una ragazza con la voglia di imparare l’italiano e conoscerlo ogni giorno un po’ di più. Esperienze.

Por Florencia Gagliardi | @mfgagliardi

Per imparare una lingua bisogna studiare per forza.
Per imparare una lingua bisogna studiare per forza.

Imparare una lingua non è per niente facile. Ormai sono passati quattro anni da quando sono arrivata in Italia. Adesso comincio a capire chiaramente alcune cose a livello grammaticale, e altre che riguardano l’importanza di imparare bene una lingua. Con la consapevolezza e la certezza di voler imparare. Per me, per esempio, è stato un po’ più «facile» all’inizio (e neanche tanto) perché ho la fortuna di avere un fidanzato italiano. Però, dopo, ho capito che è necessario studiare per forza.

Mi ricordo che quando ho conosciuto Raffaele, una delle prime cose che lui mi ha detto è stata: «Io adesso non ti parlo più in spagnolo, perché altrimenti, non imparerai mai, devi cercare di parlare in italiano». E così, mi ha spinto e io ho iniziato la mia strada, ovviamente con tanto aiuto da parte di tutte le persone che mi hanno circondata in questi anni. Italiani che hanno avuto pazienza con me e mi hanno saputo ascoltare con calma, aiutandomi a migliorare.

“Io adesso non ti parlo più in spagnolo, devi cercare di parlare in italiano”

Le maledette doppie

Sei mesi fa, ho iniziato a prendere lezioni con Emanuela. Magari lei non sa quanto è importante nel mio percorso, però soprattutto grazie a lei ho iniziato a capire davvero tante cose. A volte, penso che dovrei essere più costante con i miei compiti perché non riesco a fare tutto, però almeno ci provo, e questo è importante. Bisogna sempre provare nella vita. Però, una cosa a cui penso spesso è che io voglio imparare davvero. Lei direbbe «figlia mia, se vuoi imparare allora devi studiare». Lidia Poet direbbe «Flor, tieni duro!». (Questo l’ho imparato dopo aver guardato la serie sulla prima avvocatessa donna in Italia). E lo farò, sarò brava, vedrete.

Emanuela direbbe “figlia mia, se vuoi imparare allora devi studiare”. Lidia Poet direbbe “Flor, tieni duro!”

Inoltre, una delle cose che non riesco a non dire è «mia sorella», senza mettere l’articolo «la» prima. Questo maledetto articolo però ci sono anche le maledette doppie. Mamma mia! Le doppie sono per me terribili. Anche se ci provo, è ancora molto difficile. C’è tantissimo da imparare, tanta strada da fare.

Imparare a parlare le parole giuste

Non so quando riuscirò a trovare tutte le parole. Quando imparerò.
Non so quando riuscirò a trovare tutte le parole. Quando imparerò.

Per esempio, per raccontarvene una. L’altro giorno, sono andata a comprare una scatola da un cinese. Prima ho cercato di farlo senza chiedere aiuto, ma siccome non la trovavo da sola, ho chiesto un po’ di indicazioni. Mi sono avvicinata al proprietario e gli ho detto: «Ci sono delle…» e dopo sono rimasta zitta, perché non sono riuscita a spiegarmi, al punto da dover prendere il mio cellulare e cercare un’immagine per farmi capire. Per fortuna, l’uomo ha capito subito e ha detto «scatola» e io quasi l’ho abbracciato dall’emozione.

Leggi anche in spagnolo: Consejos y herramientas para aprender el idioma italiano

Sono tornata a casa pensando a ciò che era successo, e che ancora mi manca tanto da imparare, perché non mi vengono in mente delle parole importanti che dovrei già sapere. La domanda sarebbe, in quanto tempo si impara una lingua per bene, con le parole giuste?

Anche un altro giorno sono andata a fare una piccola passeggiata in centro per uscire un po’ e al ritorno sono entrata in un negozio di fiori. Io volevo sapere se c’erano delle piante pensili e non sono riuscita a dire «pensili». Invece ho detto “colgante” e la ragazza mi ha guardato con la faccia di chi pensa “questa cosa dice?!”. Infatti lei ha detto “colgante…?”. Eh sì, di nuovo.

Una ragazza con la voglia di imparare

Non so quando riuscirò a trovare tutte le parole. Quando imparerò. Però un giorno giuro che sarò così brava che nessuno capirà che in realtà non sono di qua, che sono una ragazza che viene da un altro continente, dal Sudamerica, però che me la cavo benissimo, perché ho imparato bene.

Vorrei parlare così bene l’italiano da non dover sentire più nessuno dirmi o chiedermi se sono spagnola, ma essere io a dire, no, sono argentina. Vorrei che a volte le persone non mi guardassero in modo strano per essere quello che sono: una straniera. Io, in realtà, sono una persona, una ragazza con la voglia di imparare davvero, di parlare italiano, una lingua che considero così bella, da volerne conoscere ogni giorno un po’ di più. E sono sicura che ce la farò, che un giorno imparerò.

Grazie a Emanuela, la mia insegnante, per ogni lezione e tutte le sue correzioni.

Leer también

Compartir el artículo


Suscríbete a nuestra Newsletter

Recibe las últimas novedades sobre la vida en Italia. Noticias, actualidad, imperdibles, ciudadanía, documentos, antepasados y mucha información útil a conocer.